mercoledì 30 gennaio 2008

Come fare le Mappe di Rischio

Premessa

Cosa sono le Mappe Grezze
Le “mappe grezze” sono la rappresentazione su carta delle mappe cognitive (o mentali) degli “esperti grezzi”, di soggetti, che di uno spazio dato (fabbrica, scuola, quartiere, ecc..) conoscono molte cose, come insieme eterogeneo che permette loro di controllare (nel senso di “governare”) quell’ambiente. La “mappa grezza” contiene le informazioni necessarie per realizzare un obiettivo; è definita grezza in quanto è sempre in lavorazione (è il contrario del "finito") e recupera l’esperienza dei soggetti che operano per il cambiamento. Descrive il contesto nel quale agire, fissa la situazione obiettivo da realizzare.

Perchè le Mappe Grezze
Le Mappe Grezze non sono in opposizione, tantomeno alternative alle "Mappe Tecniche", sono caso mai complementari a queste. Tutto ciò per garantire la necessaria integrazione tra il sapere dei tecnici e il sapere degli "esperti grezzi", condizione per avere dei progetti veri di cambiamento fondati sulla partecipazione e non delegati solo ai cosiddetti "professionisti".

Quali modelli teorici

Occorre ora affrontare alcuni modelli teorici:

  1. le Mappe Tecniche;
  2. le Mappe Cognitive;
  3. le Mappe Grezze;
Le Mappe Tecniche

  • Si tratta di rappresentazioni dell’ambiente attraverso le “rilevazioni” con strumenti tecnici (fisico – chimici);
  • L'ambiente è riprodotto in scala con un approccio unimodale;
Esempi:

  • carta geografica di un territorio;
  • piantina di una città;
  • impianti di lavorazione;
Le Mappe Cognitive

  • Sono immagini che ogni uomo possiede;
  • Si riferiscono alle rappresentazioni che ogni individuo si crea dell'ambiente;
  • Si tratta di rappresentazioni selettive, astratte e generalizzate;
  • Sono incomplete, distorte e aumentate;
  • Sono adeguate all'uso che gli uomini fanno dello spazio;
Le forme nelle quali gli uomini si rappresentano lo spazio possono essere molto diverse e variano per ogni individuo, come pure tra gruppi sociali diversi;

Le Mappe Grezze

Derivano dal confronto delle "mappe cognitive" di individui diversi. Si caratterizzano per tre elementi:

  1. Sono modalità per organizzare il proprio sapere in relazione a scopi precisi;
  2. Sono rappresentazioni comuni a più soggetti che permettono di evidenziare i punti salienti per leggere e controllare uno spazio dato;
  3. Sono rappresentazioni, messe su carta, derivanti dalle mappe mentali di più soggetti in grado di "dominare e/o governare" uno spazio dato - la mappa grezza è un artificio per recuperare l’esperienza che gli uomini fanno in un ambiente (reparto, fabbrica, quartiere, ecc..), gli obiettivi, i piani, i percorsi per determinare il cambiamento;
Lavoro di gruppo (3 o 4 allievi per gruppo)

  • Si prendono 5 tabelloni 70x100 più dei pennarelli per ogni gruppo;
  • Ci si mette su un tavolo;
  • Si sceglie una azienda conosciuta da almeno uno degli allievi, di un territorio dato: una ASL, un Comune, ecc.
  • Una ora e mezza di tempo per costruire i 5 tabelloni;
  • Quindi si appendono al muro e un allievo li illustra facendo finta di presentarli a dei lavoratori in assemblea;


CONTATTI

Per maggiori chiarimenti contattare l'Associazione Esperienza & Mappe Grezze - n° tel. 392.5872787 - e-mail marchetto.gianni@gmail.com

Nessun commento: